Come scattare foto e video fantastici del vostro lavoro per la vostra attività

3 lug
Come scattare foto e video fantastici del vostro lavoro per la vostra attività

Catturare immagini del vostro lavoro per pubblicizzare ai potenziali clienti la vostra attività nel settore del verde non è più un optional, ma una necessità. Uno dei modi migliori per farlo come impresa paesaggistica, è quello di scattare foto e video incredibili che possono essere condivisi con i social media, sul vostro sito web aziendale, o mostrati ai potenziali clienti.

Dopo tutto, la cura delle aree verdi consiste nel creare spazi esteticamente piacevoli e fruibili al meglio per i vostri clienti. Una foto ben scattata del vostro lavoro o un video abilmente girato sono ottimi strumenti per attirare nuovi clienti. Generano un senso di fiducia tra paesaggisti e clienti, in quanto, prima di investire nei vostri servizi, possono vedere il risultato dei lavori passati. Mostrare i risultati può essere più credibile che raccontare!

La buona notizia è che non occorrono fotografi professionisti, videografi o attrezzature costose per creare contenuti coinvolgenti.

Qui abbiamo definito alcune linee guida essenziali per ottenere foto e video incredibili, che possono dare una marcia in più alla vostra attività professionale.

Come ottenere foto dall'aspetto professionale

Non è detto che sia necessario un fotografo professionista per ottenere foto che mettono in primo piano i vostri risultati paesaggistici - sia letteralmente che in senso figurato. Tuttavia volete foto dall'aspetto professionale, tali da invogliare i nuovi clienti a provare i vostri servizi.

Ecco di seguito qualche suggerimento pratico per riuscire a ottenere proprio questo!

Scegliere il soggetto giusto

Fermatevi a pensare a cosa fotografare prima di iniziare un lavoro, o comunque prima di completarlo, in modo da poter prendere in considerazione aspetti come l'illuminazione e la composizione. 

In questo modo potrete ottenere il massimo da una sessione fotografica, pubblicando più post usando uno stesso lavoro paesaggistico.

Gli scatti "prima e dopo" sono un ottimo modo per mostrare le vostre competenze e l'impatto dei servizi offerti. In questo caso è essenziale scattare una foto del luogo prima di procedere con qualsiasi lavoro. Sembra scontato, ma la foga di iniziare potrebbe farvene dimenticare.

Fotografate i macchinari che usate spesso, abbinando una didascalia di ciò che li rende così utili e dei servizi che forniscono. Se acquisite nuove macchinari, non tralasciate di fotografarli spiegando come consentono di espandere i vostri servizi.

Con il suo assenso, può essere una buona idea scattare una foto al cliente sorridente, con sullo sfondo il lavoro terminato. Accompagnata da una dichiarazione lusinghiera, la foto può essere usata anche come recensione del vostro lavoro. 

Le cose da fotografare non mancano, e con un'attenta pianificazione vi assicurate di riprenderle tutte.

Scegliete l'attrezzatura

  • Una fotocamera DSLR (reflex digitale con obiettivo singolo) è un ottimo strumento adatto ai principianti in grado di fornire foto dall'aspetto professionale. 
  • Uno smartphone: al giorno d'oggi le fotocamere per smartphone sono valide tanto quanto gli obiettivi professionali, quindi se non si vuole spendere per una fotocamera a parte, lo smartphone è uno strumento pratico indispensabile.

Date un'occhiata all'illuminazione

Una buona illuminazione è fondamentale quando si scattano foto professionali. Essendo paesaggisti, la maggior parte delle foto che scatterete al vostro lavoro e ai servizi offerti saranno all'esterno.

Ciò può essere un bene in quanto il sole costituisce una sorgente luminosa naturale che evita di dover investire in costose attrezzature fotografiche o nella luce artificiale. Tuttavia l'illuminazione esterna ha degli aspetti critici.

L'ora d'oro

È un termine molto utilizzato nella fotografia all'aperto ed è spesso considerato il momento ideale per scattare foto straordinarie con l'illuminazione naturale. Si riferisce alle due o tre ore prima del tramonto e alle due ore dopo l'alba, quando il sole è basso e ha meno probabilità di produrre ombre a forte contrasto.

Cielo coperto

Tutti i paesaggisti professionisti sanno che a volte si deve combattere con le condizioni meteorologiche per svolgere un lavoro. In fatto di fotografia invece, purché la luce sia sufficiente, il cielo nuvoloso può essere davvero vantaggioso.

Le nuvole filtrano naturalmente la luce intensa del sole, creando una luce più morbida che può portare a bellissimi scatti del vostro lavoro paesaggistico. Quindi non lasciate che un cielo grigio vi impedisca di scattare una foto.

Altre opzioni di illuminazione

Considerati gli impegni da rispettare e i tempi ristretti, non è sempre possibile scattare le immagini durante l'ora d'oro o avere la fortuna di scattare fotografie in una giornata nuvolosa. Quindi come usare le vostre abilità fotografiche per sfruttare al meglio l'illuminazione in qualsiasi condizione atmosferica?

Fotografate all'ombra. La luce diretta del sole crea una luce estremamente forte dall'alto, che può proiettare ombre indesiderate e far sì che l'oggetto risulti sovraesposto.

Se possibile, intercettate la luce fotografando all'ombra di alberi e siepi, o creando un riparo improvvisato. Nel fotografare qualcosa di immobile, ad esempio una parte del paesaggio, innanzitutto provate svariate angolazioni per scegliere opportunamente in seguito, assicurandosi di avere sempre il sole alle spalle. 

Con il sole dietro di voi, assicuratevi che la vostra ombra non venga proiettata su un prato altrimenti incantevole. A volte può essere utile accovacciarsi mentre si scatta la foto.

Se le immagini risultano comunque eccessivamente luminose, ricordate che possono sempre essere modificate in seguito - un aspetto che tratteremo fra poco!

Vale la regola dei terzi

Ora che avete l'illuminazione e sapete cosa volete ritrarre, conoscete l'inquadratura ottimale affinché il vostro lavoro appaia sensazionale in foto?

Tutti gli smartphone dispongono di una funzione di correzione rapida!

Aprite il telefono e attivate la funzione "griglia" nelle impostazioni del telefono o della fotocamera. La prossima volta che viene accesa la fotocamera, apparirà la griglia che fungerà da guida visiva nella composizione fotografica, dato che suddivide lo schermo in nove sezioni uguali.

Lo scopo è utilizzare le linee riportate sullo schermo per posizionare il punto focale (la cosa più interessante nell'immagine).

Fate attenzione a dove si incrociano le linee della griglia. Quella sarà la posizione del punto focale, ad esempio una parte di un macchinario o una zona particolare di una siepe o di un prato su cui si desidera attirare gli occhi dello spettatore.

Linee guida

Se davvero volete impressionare con le vostre foto e perfezionarvi, utilizzate le vostre linee guida. Possono essere uno steccato o una fila di alberi, o anche la linea di orizzonte in cui l'erba e il cielo si incontrano.

Può essere qualsiasi cosa costituisca una linea nella foto, con cui attirare l'attenzione verso il vostro punto focale.

Ritoccate le foto come un professionista

Modificare le foto è un passaggio ulteriore che può elevare le foto dal livello amatoriale a quello professionale. Il processo di fotoritocco può scoraggiare i fotografi alle prime armi, ma non dovrebbe.

La chiave per un editing professionale? Less is more.

Nell'era dei media digitali, i clienti possono riconoscere una foto non autentica a un chilometro di distanza, quindi è importante utilizzare l'editing con parsimonia per migliorare l'aspetto della foto piuttosto che il contenuto stesso!

Lo strumento di editing Photoshop è un investimento utile per coloro che cercano di perfezionare le fotografie, tuttavia non è essenziale per i paesaggisti che desiderano semplicemente migliorare i loro contenuti sui social media o sul sito web.

Lightroom è un'applicazione in grado di fornire foto di alta qualità senza richiedere notevole esperienza e permette anche di modificare le foto direttamente dal telefono.

Gli aspetti più importanti da considerare quando si modificano le foto sono:

  • Ritaglio - per eliminare dettagli poco importanti sullo sfondo, che distolgono l'attenzione
  • Esposizione – per regolare la luminosità desiderata della foto. Ridurre l'esposizione per le foto scattate in giornate particolarmente soleggiate e aumentare il contrasto se la foto appare troppo scura
  • Contrasto – la gamma di toni chiari e scuri nella foto. Le prime volte, mantenete il contrasto nella gamma media

Tre cose da evitare

  1. Uso del flash - utilizzando il flash della fotocamera si ottengono immagini sovraesposte
  2. Uso della fotocamera frontale, ossia quella per i selfie - utilizzando la fotocamera posteriore del telefono si ottengono foto e video del vostro lavoro con qualità notevolmente migliore. Detto questo, non c'è niente di male nel farsi un selfie. Dopo tutto, state promuovendo proprio voi stessi!
  3. Mancata considerazione dello sfondo - siate consapevoli degli elementi sullo sfondo, che potrebbero andare contro il messaggio che volete veicolare, ad esempio l'erba irregolare o le siepi non potate. Se sono presenti, provvedete a ritagliarli dalla foto!

E ora, "Azione"!

Non si ottiene ogni volta uno scatto perfetto, quindi conviene farne il maggior numero possibile mentre si è al lavoro. Provate angolazioni differenti e scegliete poi la migliore una volta tornati a casa.

Aspetti da considerare quando girate un video del vostro lavoro

Oggigiorno i contenuti video sono essenziali per la crescita di un'azienda. Sia i motori di ricerca che le piattaforme di social media attribuiscono un alto valore a questo tipo di contenuti, per cui rappresenta un ottimo modo per presentare i vostri servizi paesaggistici a nuovi clienti potenziali.

Così come la fotografia, la creazione di video è un'abilità che può essere sviluppata a casa e con le attrezzature che probabilmente già avete, come uno smartphone.

Molte delle regole valide per la fotografia si applicano anche ai video, ad esempio scegliere il soggetto, l'illuminazione e la composizione. Ma nel caso dei filmati si devono prendere in considerazione anche aspetti aggiuntivi.

Mantenete interessante il contenuto

Guardare un video richiede ai potenziali clienti più tempo rispetto a guardare una foto. I video sono quindi un ottimo modo per commercializzare la vostra attività e far conoscere meglio al pubblico quello che fate, sia comparendo nel video e parlando con loro, sia lasciando che il vostro lavoro parli da solo.

In entrambi i casi, per mantenere la loro attenzione è necessario mantenere interessante il contenuto. Di seguito qualche idea:

  • Prima e dopo – questo tipo di video ha ottimi riscontri sui social media e mostra lo straordinario impatto che un professionista può avere su un paesaggio. È anche un ottimo modo per raccontare una storia. Utilizzate il time-lapse per mostrare il processo di lavoro dall'inizio alla fine 
  • Immortalate diverse angolazioni - il bello del video è che può mostrare più di una foto. Mostrate il vostro lavoro da più punti di vista. Ingrandite i dettagli interessanti come il taglio dell'erba, raccontando quale tecnica o macchina avete usato
  • Filmate l'azione - laddove possibile, non filmate solo il prodotto finito. I potenziali clienti vogliono vedervi in azione e l'integrazione di una persona nel video lo rende immediatamente più accattivante. Utilizzate un treppiede o un supporto improvvisato per tenere la fotocamera e filmare voi stessi intenti a falciare il prato o adoperare un decespugliatore

Controllate la qualità audio

Non è solo il movimento che distingue il video dalla fotografia, ma anche la presenza dell'audio. L'audio è un altro componente del video da considerare quando si realizza un filmato del proprio lavoro.

Niente rovina le riprese di un paesaggio altrimenti bellissimo più di un fastidioso rumore di fondo. Alcuni rumori in sottofondo potrebbero rendere il filmato addirittura inutilizzabile, quindi assicurarsi di tener conto dell'audio nel video tanto quanto dell'aspetto visivo.

Controllate che i clienti non stiano avendo una conversazione privata sullo sfondo del vostro filmato oppure, se si lavora in uno spazio pubblico, tenete conto delle altre persone presenti nell'area per evitare di sentire suoni indesiderati come urla o parolacce.

Ecco alcuni validi consigli per ottenere un audio ottimale:

  • Effettuare le riprese in un luogo silenzioso laddove possibile
  • Evitare echi evitando luoghi con molte superfici dure
  • Se si intende parlare nel video, investire nell'acquisto di un microfono, che consentirà di cancellare il rumore del vento e del traffico
  • Quando si parla, stare vicino al microfono, sia che si tratti di quello incorporato nella fotocamera che di un'integrazione

Se si rileva che il video ottenuto ha una scarsa qualità audio, si può sempre sostituire l'audio con la musica - la maggior parte delle piattaforme di social media avrà opzioni gratuite tra cui scegliere.

Editing dei filmati

Il montaggio è essenziale per la videografia ancor più che con le foto. Anche se avete realizzato un'ora di video che mostrano il vostro lavoro o forniscono informazioni al pubblico, ciò non significa che i potenziali clienti debbano vederlo tutto.

Ecco alcune delle nozioni di base che dovete sapere:

Software di editing video

Esistono molte applicazioni, tra cui iMovie, CapCut e Inshot, che sono facili da usare e in grado di modificare i video di qualsiasi durata per qualsiasi piattaforma. Inoltre su YouTube ci sono tantissimi tutorial su come usarli.

Tagli

I tagli sono il modo più semplice per modificare un video e invogliarne la visione. Escludere con i tagli le ripetizioni, pause imbarazzanti o momenti che non sono rilevanti per il video. Gli spettatori hanno intervalli di attenzione brevi, quindi occorre contenere la durata.

Durata dei filmati

Non c'è una regola semplice e fissa per quanto riguarda la durata dei video, e si dovrebbero conoscere i requisiti esatti per la piattaforma di destinazione del filmato. Ma una regola generale può essere di non superare un minuto per i post sui social media. I video pubblicati sui siti web o su YouTube possono avere una durata maggiore, e 10 minuti è un buon limite da impostare.

Il prodotto finito

Che si tratti di una foto o di un video, per mostrare la vostra attività sotto la miglior luce possibile assicuratevi di usare per il lavoro i migliori macchinari possibili. Le macchine powered by Kawasaki assicurano tagli puliti e finitura di qualità, dall'aspetto perfetto anche nelle foto "da vicino", offrendo le massime chance di successo nella commercializzazione online dei vostri servizi paesaggistici.

Ora che avete foto e video fantastici del vostro lavoro, è il momento di utilizzarli. Consultate il nostro piano annuale di marketing per piccole aziende per scoprire come sfruttare appieno il contenuto al fine di attirare nuovi clienti e stupire ed entusiasmare quelli già acquisiti.

Condividete con noi le vostre foto o video

Se mettete in pratica uno dei nostri suggerimenti, ci piacerebbe vedere il risultato! Condividete con noi il vostro lavoro tramite i nostri social media, non vediamo l'ora di prenderne visione.